in questo momento su RadioCinema:

  • Traccia

  • Autore

  • Film

App iPhone | Podcast | Radiofrequenze

Dedicata a Mandela l’apertura del Courmayeur Noir in Festival

Ad inaugurare il Festival domani sarà il film di Bille August "Good Bye Bafana"

Al detenuto politico più famoso del mondo che restò in carcere 27 anni per difendere le sue idee, e che con quelle idee ha saputo cambiare il nostro mondo, Nelson Mandela è dedicata l’apertura del XXIII Courmayeur Noir in Festival, in programma domani ai piedi dei Monte Bianco.
“E’ un dovere di testimonianza civile e un senso di profonda gratitudine che ci ha spinto – dicono i direttori Giorgio Gosetti e Marina Fabbri – a ricordare a modo nostro un grande uomo che ha fatto grande il nostro tempo e che trascorse una lunga parte della sua vita e della sua lotta politica dietro le sbarre. Del resto anche il nostro film d’apertura diretto da un maestro del cinema come Atom Egoyan parla di giustizia, diritto, valori profondi. Siamo grati a Istituto Luce Cinecittà che per ricordare Mandela ci ha messo a disposizione le immagini del film di Bille August Good Bye Bafana con cui il messaggio universale del vincitore dell’apartheid sarà protagonista anche a Courmayeur”.

Il programma della prima giornata del festival ne riassumerà poi tutte le diverse identità, a cominciare dalla musica e dalla fantasia che avranno per protagonista la band “fantasy rock” L’Orage. “A Loreley”, terzo videoclip de L’Orage e primo estratto dall’album L’Età dell’Oro (Sony Classical 2013), è uno degli esperimenti più ambiziosi del vulcanico ensemble valdostano. Ideato appositamente per il Courmayeur Noir in Festival 2013, il corto sarà presentato al festival nella serata di apertura del 10 dicembre, in occasione del concerto del gruppo musicale che inaugurerà la XXIII edizione del festival.

Il secondo “pezzo forte” della serata è poi l’anteprima internazionale assoluta del nuovo film di Atom Egoyan Fino a prova contraria – Devil’s Knot con il premio Oscar Colin Firth. Ispirato a una storia vera e allo scandalo processuale che ancora oggi sconvolge l’opinione pubblica americana, il film è una storia di ragazzi, delitti rituali, indagini e pregiudizi.

La giornata d’apertura del festival prevede poi le prime “conversazioni con gli scrittori” al Jardin de l’Ange con Federico Tavola e il “Serpico italiano”, l’ex poliziotto della squadra narcotici Nicola Longo che si racconta per la prima volta nel libro Il poliziotto in cui rievoca tra l’altro gli anni in cui collaborò con Federico Fellini per un film sulla sua vita. Al PalaNoir invece viene presentato dalla giornalista Luisella Costamagna  e dal criminologo Marco Picozzi il nuovissimo canale di real tv CI  Crime + Investigation che debutterà sulla piattaforma Sky il 16 dicembre. A seguire l’omaggio al cinema noir di Barcellona Catalana I Criminal (curato da Lorenzo Codelli) e il primo film del concorso The Hour of the Lynx del maestro scandinavo Soren Kragh-Jakobsen.

 

Commenti

commenti

Tags:, ,

Favicon scritto da Redazione il 09.12.2013 alle 17:20