in questo momento su RadioCinema:

  • Traccia

  • Autore

  • Film

App iPhone | Podcast | Radiofrequenze

Raoul Bova disabile innamorato nel film di Natale di Brizzi

Con "Indovina chi viene a Natale?" il regista firma una commedia corale che racconta le famiglie allargate e la disabilità. Nel cast Bisio, Bova, Abatantuono, Capotondi, Buccirosso e Gerini con la figlia Rosa

Intervista a Fausto Brizzi a cura di Marilena Vinci
Intervista a Raoul Bova e Cristiana Capotondi a cura di Marilena Vinci
Intervista a Claudio Bisio e Claudia Gerini a cura di Marilena Vinci
Intervista a Diego Abatantuono a cura di Marilena Vinci

Una famiglia allargata che tra sorprese e incomprensioni si conosce e si riunisce in occasione del Natale. È la nuova commedia corale di Fausto Brizzi, Indovina chi viene a Natale? con protagonisti Diego Abatantuono, Claudio Bisio, Raoul Bova, Cristiana Capotondi, Angela Finocchiaro, Claudia Gerini, Carlo Buccirosso e la breve partecipazione di Gigi Proietti.

Scritto da Brizzi con i sodali Marco Martani e Fabio Bonifacci, il film racconta di quattro coppie e affronta in maniera leggera il tabù della disabilità, affidando a Raoul Bova il personaggio di un uomo senza braccia innamorato (ricambiato) di Valentina (Capotondi), una bella e sensibile ragazza che ha deciso di sposare. I genitori di lei (Abatantuono e Finocchiaro) apparentemente aperti e solidali, non sono però convinti dell’unione e fanno di tutto per separarli. Nella villa della mater familias, vedova inconsolabile dopo la morte del marito (cui dà volto Isa Barzizza), arrivano per le festività anche Chiara (Gerini) con il suo nuovo ennesimo fidanzato (Bisio), un maestro elementare che sembra combinare solo disastri e non piace ai figli di lei (ad interpretare la bambina è la vera figlia di Claudia Gerini, Rosa, per la prima volta sul grande schermo). Infine arriva anche Antonio (Buccirosso) ha scoperto le sue origini a 40 anni, vive a Napoli ed è sposato con Elisa (Rosalia Porcaro), ha tre figli piccoli e adora il Natale e le sue tradizioni.
Romanticismo, comicità e disastri familiari con uno sguardo al sociale ed un pizzico di cinismo sono gli ingredienti del film, al cinema dal  19 dicembre distribuito da Medusa in 650 copie.

Commenti

commenti