in questo momento su RadioCinema:

  • Traccia

  • Autore

  • Film

App iPhone | Podcast | Radiofrequenze

Riccardo Scamarcio “ragazzo d’oro” per Pupi Avati

Al cinema dal 18 settembre il nuovo film del regista bolognese con un drammatico Riccardo Scamarcio, Sharon Stone e Cristiana Capotondi e le musiche di Gualazzi. Interviste a Pupi Avati, Capotondi e Gualazzi.

Intervista a Pupi Avati a cura di Marilena Vinci
Intervista a Cristiana Capotondi a cura di Marilena Vinci
Intervista a Raphale Gualazzi a cura di Marilena Vinci

Dopo averne a lungo sentito parlare per il coinvolgimento sul set di Sharon Stone, al suo primo film italiano, arriva sul grande schermo il nuovo film di Pupi Avati, Un ragazzo d’oro, interpretato da Riccardo Scamarcio.
Il regista bolognese, al 39° film, torna a indagare il legame padre figlio (com’è già accaduto per Il papà di Giovanna e Il figlio più piccolo), aggiungendo un’altra figura paterna: quella di un fallito che fa gravare il suo fallimento sul figlio.

La storia è quella di Davide Bias è un creativo pubblicitario che sogna di pubblicare i suoi racconti. Quando il padre, uno sceneggiatore di film di serie B, improvvisamente muore, il ragazzo si trasferisce dalla madre a Roma dove incontra la bellissima Ludovica, un’editrice interessata a pubblicare un libro autobiografico che il padre di Davide aveva intenzione di scrivere.
Del fanno parte cast anche Giovanna Ralli e Cristiana Capotondi. Assenti alla conferenza stampa Scamarcio (sul set a Londra) e Sharon Stone (rientrata in America).

“Anche io come il protagonista vivo l’ebbrezza del fallito. – dichiara Avati – Ho la sensazione  di non aver ancora fatto il film della mia vita. Quindi mi sento un po’ come Arturo Bias, lo sento incombere e immagino una situazione simile verso i miei figli, resto così sul terreno di un cinema che riflette mentre oggi si premiano cinismo, aggressività, arroganza.” Un ragazzo d’oro sarà nelle sale da domani giovedì 18 settembre, distribuito in 300 copie da 01 Distribution.

Un ragazzo d’oro è un film amaro e malinconico con cui Avati riflette sui legami familiari e regala a Riccardo Scamarcio uno dei suoi migliori ruoli. Bella la colonna sonora firmata da Raphal Gualazzi, alla sua prima esperienza come compositore per il cinema e autore, assieme a Giuliano Sangiorgi e The Bloody Beetroots (musica), del brano Time for my prayers che vede anche la collaborazione di Erica Mou, con cui Gualazzi duetta.

Un ragazzo d’oro è nelle sale da giovedì 18 settembre, distribuito in 300 copie da 01.

 

MARILENA VINCI

Commenti

commenti