in questo momento su RadioCinema:

  • Traccia

  • Autore

  • Film

App iPhone | Podcast | Radiofrequenze

Flussi seriali

Flussi seriali – Percorsi e influenze odierne e vintage delle serie americane
Tanti serial per un nuvo anno in compagnia dell’unica rubrica tv di RADIOCINEMA

(Rubrica a cura di Erminio Fischetti)
 
flussi-seriali07/10/10 – Ahimé! Purtroppo anche quest’anno la rubrica Flussi seriali tornerà ad allietare le pagine di RADIOCINEMA, sempre a cadenza settimanale e sempre il giovedì. Che barba!, potrebbero dire alcuni. Le serie americane saranno sempre al centro delle nostre attenzioni con analisi dettagliate sul prodotto in questione, sul suo contesto e appeal all’interno della società odierna e non, senza dimenticare escursioni in un mondo filo-britannico più ampio nel quale il concetto di serialità è diventato il più vasto e immenso organo di produzione narrativa dei mezzi di comunicazione mondiale. Tutti le vogliono, tutti le guardano, tutti le amano. Ma cosa si nasconde dietro il mondo seriale? Perché diventano sempre più appetitose e curate? E cosa è cambiato rispetto ai decenni passati da far sì che molto spesso vengano preferite al cinema? È solo perché ci affezioniamo di più? Perché cresciamo e cambiamo insieme ai nostri beniamini? Perché il formato consente un approfondimento narrativo più ampio, più simile alla struttura di un romanzo? Per questo e per altri fattori, vaste fette di pubblico non si scollano dalle immagini di serie tv di grande successo. E come il cinema anche la serialità negli ultimi due o tre anni ha trovato una battuta d’arresto. Contenutistica. Anche qui il remake comincia ad imperversare e le idee scarseggiano, questo perché la richiesta del prodotto è sempre maggiore, ma altrettanto l’ecatombe dei suoi ascolti. Perché, ancor più che al cinema, una serie tv se è noiosa è proiettata verso il tragico destino della sua cancellazione. Internet, la pirateria hanno contribuito a fare il resto.

A questo, o forse proprio per questo, si aggungono altre polemiche: negli USA il cavo batte sicuramente la televisione generalista. Ottimi ascolti e la critica acclama. HBO, Showtime, AMC incamerano premi. CBS, NBC, ABC, Fox si lamentano che gli Emmy vanno solo ai canali via cavo. Il motivo è evidente, ma non si vogliono rasseganare. Vogliono lo sdoppiamento del premio e quindi più visibilità. Risposta: nasce un nuovo premio che dal 2012 farà da anticamera agli Emmy, come lo sono i Golden Globe per gli Oscar, che avrà un approccio nuovo alla premiazione. Tutto questo e altro ancora si prospetta per qust’altra stagione di Flussi seriali! Non mancheranno riferimenti succosi alle novità degli ultimi anni, come United States of Tara, Nurse Jackie, ai prodotti più trendy del momento, come il vampiresco True Blood, e finalmente ci sarà uno speciale sulla serie più vintage ed elegante della tv via cavo a cui il nostro logo fa un non troppo velato riferimento: ovviamente stiamo parlano di Mad Men. Molti si saranno chiesti: ma come, lo cita attraverso il logo e non ne parla affatto? Senza dimenticare il moto vintage che ci spinge a riguardare con malinconia al passato: gli anni Novanta, Ottanta e Settanta torneranno ancora come la scorsa stagione. Ma, nel frattempo, la prossima settimana non perdete un succoso appuntamento con la politica. Non vi dirò come si intitola questa serie, ma se siete bravi avrete già capito!

Commenti

commenti

Tags:, , , , , , ,

Favicon scritto da Redazione il 07.10.2010 alle 10:51