in questo momento su RadioCinema:

  • Traccia

  • Autore

  • Film

App iPhone | Podcast | Radiofrequenze

RomaFF13- La commedia rock e ruvida di Guido Chiesa

Micaela Ramazzotti e Fabio De Luigi sono i protagonisti di Ti presento Sofia di Guido Chiesa, nelle sale dal 31 ottobre per Medusa Film. Le nostre interviste agli attori e al regista.

Intervista a Micaela Ramazzotti e Fabie De Luigi a cura di Giovanna Barreca
Intervista a Guido Chiesa a cura di Giovanna Barreca
Intervista ad Andrea Pisani a cura di Giovanna Barreca

SOFIA00
Incontri una tua vecchia fiamma che ti offre di partire per la Patagonia. Le racconti che dall’altra parte della strada ti aspetta tua moglie in attesa della vostra prima figlia? E poi, dieci anni dopo, quando ti viene data una seconda opportunità le racconti del divorzio e dell’adorata figliola, soprattutto sapendo che lei detesta i bambini e non ne vuole?
Gabriele (Fabio De Luigi) è pronto a tutto per nascondere a Mara (Micaela Ramazzotti) l’esistenza della figlia Sofia (Caterina Sbaraglia) e quindi nel film seguiamo i tentativi roccamboleschi per non dover rinunciare ai suoi due amori, fatti di appuntamenti da riuscire ad incastrare – e qui viene spesso in aiuto il fratello di Gabriele (Andrea Pisani) -, case della bambole e disegni da attaccare e staccare dalle pareti.
Una sceneggiatura alla quale Chiesa ha lavorato molto con Nicoletta Micheli e Giovanni Bognetti per approfondire i personaggi, allontanarsi dal film originale argentino e soprattutto per regalare a Fabio De Luigi chiavi comiche e anche drammatiche, quest’ultimo un terreno poco esplorato dall’attore che invece il regista era interessato a sfuttare per regalare spessore al personaggio.
La seconda sfida di Chiesa era regalare un andamento rock alla commedia e come precisa nelle note di regia: “Ho chiesto a Francesco Cerasi di ascoltare i Talking Heads, Feelies, Blondie e anche artisti più recenti come LCD Soundsystem, Tv on the radio o Parquet Courts, musica positiva, raffinata senza essere seriosa, capace di non prendersi troppo sul serio. Una prospettiva auto-ironica che nei brani di repertorio ci ha portato a spaziare dagli Afterhours a KC& The Sunshine Band”.
Nella nostra intervista Chiesa racconta come lo spettatore potrà specchiarsi nelle identità dei tre personaggi che hanno serie difficoltà ad aprirsi agli altri, così alta è la fortezza che si sono costruiti per proteggersi, rinunciando così alle opportunità che la vita offre.

giovanna barreca

Commenti

commenti

Tags:, , , , ,

Favicon scritto da Giovanna Barreca il 23.10.2018 alle 17:08