Pesaro 53: Drôles d’oiseaux (Strange Birds)

Il segnale, chiaro e inequivocabile, che Yorgos Lanthimos stesse reinventando il suo cinema come gioco vuoto ed elegante di pure forme, lo aveva dato Lobster, il suo lavoro precedente.The Killing of a Sacred Deer – in gara a Cannes 70 tra molti fischi – certifica la metamorfosi definitiva. Il regista greco sembra perso.Vellutati movimenti macchina, carrellate […]

Pesaro 53: The First Shot

Italia, 1944. A Villa La quiete, una grande tenuta sui colli bolognesi, vive la famiglia composta dal Duca Pier Donato Martellini, da sua moglie Duchessa Romola Valli, dal figlio Jean Jacques e da una servitù ridotta ai minimi termini. Più che vivere, la famiglia sopravvive, a se stessa, all’indigenza, alla necessità sempre più pressanti. Lo […]

In the Fade

Documentarista di grande levatura, Leonardo Di Costanzo, dopo L’intervallo e l’episodio del film collettivo I ponti di Sarajevo, torna alla finzione con L’intrusa. Nel cinema del regista napoletano però non è mai possibile separare nettamente presa diretta della realtà e costruzione del racconto, e anche in questa occasione emerge un’attitudine che tende a mischiare i […]

Pesaro 53: Sexy Durga

Jack Sparrow, ormai sempre più sfortunato, abbandonato dalla sua ciurma e sempre più dedito alla bottiglia, viene riportato in mare da una terribile minaccia: dei letali marinai fantasma,  guidati dal terrificante Capitano Salazar, fuggiti dal Triangolo del Diavolo sono decisi a uccidere ogni pirata del mare… soprattutto Jack. La sua unica speranza di sopravvivenza risiede […]

Pesaro 53: People That Are Not Me

Il maestro del J-horror Kiyoshi Kurosawa sta attraversando una fase di invidiabile fertilità creativa (viaggia ormai alla media di due film all’anno), come conferma Before We Vanish, presentato in Un Certain Regard di Cannes 70 pochi mesi dopo il passaggio a Toronto di Daguerrotype. Stavolta siamo dalle parti dell’Alien Movie: tre extraterrestri, “ospitati” nel corpo […]

Metro Manila

È innegabile come il cinema di Noah Baumbach possieda una sua univocità, una condizione necessaria per assegnare al regista il patentino d’autore. Più che lo stile, sommariamente definito minimalista, conta il bilancio esistenziale e lo sguardo poetico che si mantiene trasmigrando tra i titoli di una corposa filmografia. Questo impalpabile ma evidente sentimento d’omogeneità è […]

Le Redoutable

Cronaca di un disamore. Lui è il geniale e irriducibile Jean-Luc Godard mentre lei l’affascinante Anne Wiazemsky, insieme formano per qualche anno una delle coppie simbolo della Nouvelle Vague. Sentimento e impegno politico, set e barricate, discussioni teoriche e gelosie terrene sono il pane quotidiano finché Anna, stanca delle intemperanze di Jean-Luc, non lo lascia […]

The Beguiled

Jasmine Trinca è Fortunata. Di nome, non di fatto, fa la parrucchiera a domicilio nel torrido agosto di Torpignattara. Vive con la figlia di 8 anni, subendo ancora i maltrattamenti dell’ex marito (Edoardo Pesce). E sogna di aprire un salone tutto suo, per emanciparsi, conquistare la sua indipendenza e il diritto alla felicità. Sarà lo psicologo […]

Before We Vanish

Il maestro del J-horror Kiyoshi Kurosawa sta attraversando una fase di invidiabile fertilità creativa (viaggia ormai alla media di due film all’anno), come conferma Before We Vanish, presentato in Un Certain Regard di Cannes 70 pochi mesi dopo il passaggio a Toronto di Daguerrotype. Stavolta siamo dalle parti dell’Alien Movie: tre extraterrestri, “ospitati” nel corpo […]

Children are not afraid of death, children are afraid of ghosts

Spingere il gioco sempre più all’estremo e aumentarlo di difficoltà non è una grande idea se il gioco in sé non è divertente. Non deve averlo capito Mathieu Amalric al suo quinto lungometraggio per il cinema, Barbara, che al festival di Cannes di quest’anno ha l’onore di aprire il Certain Regard con una sorta di […]

The Square

C’è del marcio in Danimarca, e pure in Svezia non se la passano bene. Almeno a giudicare dagli intrighi che dominano il campo dell’arte contemporanea. Ruben Ostlund, già autore dell’apprezzato Forza maggiore, con The Square si è buttato a capofitto nel regno dominato da curatori mercanti e collezionisti per squadernare un apologo irritante sui meccanismi […]

Pesaro 53: Children are not afraid of death, children are afraid of ghosts

Gli anni ’90, quelli dell’AIDS. Gli anni ’90, quelli degli attivisti di Act Up-Paris, associazione di lotta contro l’AIDS nata nel 1989 sulla scia dell’originale americano, che moltiplicano le azioni di dimostrazione e ribellione contro il silenzio e l’indifferenza generale. Gli anni ’90 di Sean (Nahuel Perez Biscayart), Nathan (Arnaud Valois), Sophie (Adèle Haenel), Thibault […]

120 battements par minute

C’è del marcio in Danimarca, e pure in Svezia non se la passano bene. Almeno a giudicare dagli intrighi che dominano il campo dell’arte contemporanea. Ruben Ostlund, già autore dell’apprezzato Forza maggiore, con The Square si è buttato a capofitto nel regno dominato da curatori mercanti e collezionisti per squadernare un apologo irritante sui meccanismi […]

Parigi può attendere

Ci sono vari modi di concepire il cinema. A muoverne ognuno, però, dovrebbe essere sempre lo sguardo che ogni autore antepone all’oggetto del racconto. Nel caso di Jonas Carpignano (Mediterranea, 2015 – Semaine de la Critique) lo sguardo e l’oggetto del racconto sembrano magicamente sovrapporsi. Nato come prosecuzione del precedente e omonimo cortometraggio del 2014, […]

Una doppia verità

Mettiamola così: si continuerà a parlare di Netflix a Cannes più per la querelle col festival che per il primo dei due film in competizione prodotti dalla compagnia di Reed Hastings: Okja di Bong Joon Ho è una favola animalista dal sospetto candore, uno di quei film fatti apposta per far sentire in colpa consumatori […]

Okja

Mettiamola così: si continuerà a parlare di Netflix a Cannes più per la querelle col festival che per il primo dei due film in competizione prodotti dalla compagnia di Reed Hastings: Okja di Bong Joon Ho è una favola animalista dal sospetto candore, uno di quei film fatti apposta per far sentire in colpa consumatori […]

Parliamo delle mie donne

Quando la metafora, la provocazione, l’idea geniale (?) e i virtuosismi smaccati si impossessano di un film è la volta buona che il film abbia più di qualche cosa che non va. Non sfugge a questa logica Jupiter’s Moon di Kornél Mundruczó, che già con il precedente White God aveva dato segnali in questa direzione. […]

La mummia

Zhenya e Boris stanno per separarsi. Entrambi hanno già pianificato da tempo la propria exit strategy: lei con un facoltoso e rassicurante 47enne, già divorziato, lui con una donna più giovane, che tra qualche mese lo renderà padre per la seconda volta. Il primo figlio, Alyosha, avuto dodici anni prima con Zhenya, non si sa […]

Nerve

Il suo100mo film è giustamente una festa. Festa per i Takashi Miike fanclub, per i patiti del Jidai Geki, prova serissima per stomaci forti.Il prolifico regista giapponese è l’impresentabile cerimoniere di questa Cannes 70, che bagna fuori concorso con Blade of the Immortal, dall’omonimo manga, officiando a quasi due ore e mezza di pirotecnico grand […]

Pesaro 53: António um dois três

Scelto come film d’apertura per il 70mo Festival di Cannes, Ismael’s Ghosts rispetta almeno uno dei parametri generalmente utilizzati per l’ouverture sulla Croisette: è un film che celebra il cinema. Sui modi si può discutere – d’altra parte il gelo calato in sala alla fine dell’anteprima per la stampa è poco equivocabile – ma è […]

Loveless

Mettete una situazione tipo Indovina chi viene a cena in un interno surreal-distopico alla Fabbrica delle mogli e otterrete l’architettura ideologica e narrativa di Get Out, riuscitissimo film d’esordio dell’attore e sceneggiatore afroamericano Jordan Peele ed ennesima scommessa vinta – 160 milioni di dollari incassati in patria a fronte dei 4 e mezzo di budget: […]

I peggiori

L’onda non troppo lunga di Lo chiamavano Jeeg Robot ha dato il suo primo frutto: I peggiori, esordio alla regia dell’attore Vincenzo Alfieri in cui, senza supereroi ma con inflessioni tra Batman e Kick Ass si cerca di dare una costanza a un filone fumettistico forse possibile per il cinema italiano. Il film racconta di […]

Sette minuti dopo la mezzanotte

Afflitto dalla malattia della madre, da un padre inconsistente, una nonna autoritaria e un gruppo di bulli feroci, il giovane Conor ripara nel suo immaginario. Un immaginario post-spielberghiano fondato sull’opposizione tra realtà anonima e mondo barocco dei sogni. La camera di Conor è il punto d’incontro dei due universi: da una parte il quotidiano affollato […]

The Meyerowitz Stories

Mettete una situazione tipo Indovina chi viene a cena in un interno surreal-distopico alla Fabbrica delle mogli e otterrete l’architettura ideologica e narrativa di Get Out, riuscitissimo film d’esordio dell’attore e sceneggiatore afroamericano Jordan Peele ed ennesima scommessa vinta – 160 milioni di dollari incassati in patria a fronte dei 4 e mezzo di budget: […]