in questo momento su RadioCinema:

  • Traccia

  • Autore

  • Film

App iPhone | Podcast | Radiofrequenze

01 Distribution punta a sbancare il festival di Cannes #Sorrento2014

Con Il racconto dei racconti di Garrone e Mia madre di Moretti, 01 incrementa il cinema d'autore e internazionale, senza dimenticare lo spirito popolare delle commedie. Intervista a Luigi Lo Nigro

Intervista a Luigi Lo Nigro a cura di Emanuele Rauco

Da sempre casa del miglior cinema italiano, 01 Distribution arriva alle Giornate professionali del cinema di Sorrento forte di un ottimo 2014, che l’ha portata al 3° posto tra le distribuzioni con una quota di mercato vicina al 15%. Il 2015 allora prevede quasi un cambio di marcia in direzione di un cinema forte e di qualità, in cui la missione nazional-popolare si rafforzi con alcuni tra i migliori autori italiani. Grande scalpore hanno infatti destato le prime immagini di Il racconto dei racconti di Matteo Garrone in cui il respiro internazionale del cast e della produzione sembra vivere con un’ispirazione estetica di grande spessore; a Garrone fa eco Nanni Moretti con Mia madre, di cui è stata presentata una scena tagliata, film emozionante che ambisce al festival di Cannes assieme a Garrone e a La giovinezza di Sorrentino presentato da Medusa.
Se l’obiettivo dichiarato è quello di portare 3 film italiani in concorso a Cannes per la prima volta nella storia, il resto del listino continua a navigare il cinema d’autore più importante, da Hungry Hearts di Saverio Costanzo a Ho ucciso Napoleone di Giorgia Farina, da Latin Lover di Cristina Comencini a Fathers and Daughters di Gabriele Muccino. Non mancano ovviamente le commedie, con il potenziale blockbuster di casa 01, ovvero Si accettano miracoli, nuovo film da regista di Alessandro Siani con Fabio De Luigi, e poi Sei mai stata sulla Luna? di Paolo Genovese, Torno indietro e cambio vita di Carlo Vanzina e Se Dio vuole di Edoardo Falcone.

Sorprende invece l’investimento corposo sul cinema internazionale non solo americano: se gli Stati Uniti brillano con Tutto può accadere a Broadway di Peter Bogdanovich e The Gunman con Sean Penn (del quale arriverà nel secondo semestre il ritorno alla regia The Last Face), la Francia si prende spazi importanti con The Search di Michel Hazanavicius, Samba del duo Nakache-Toledano di Quasi amici e Non sposate le mie figlie, campione d’incassi assoluto oltralpe. Segno di un affinamento del prodotto che possa attrarre molto pubblico e di vario tipo.

 

Commenti

commenti