in questo momento su RadioCinema:

  • Traccia

  • Autore

  • Film

App iPhone | Podcast | Radiofrequenze

Riccardo Rossi padre apprensivo che esordisce alla regia

Con La prima volta di mia figlia, Riccardo Rossi passa dietro la macchina da presa, dirigendo se stesso, Foglietta, Sacchi, Fresi e la debuttante Gargari

Intervista a Riccardo Rossi e Benedetta Gargari a cura di Emanuele Rauco
Intervista ad Anna Foglietta e Fabrizia Sacchi a cura di Emanuele Rauco

04-la-prima-volta-di-mia-figliaComico televisivo e teatrale, Riccardo Rossi è una di quelle voci e volti noti da molti anni ma che forse il grande pubblico non conosce fino in fondo. Almeno fino al 19 marzo, quando – per il giorno della festa del papà – uscirà al cinema La prima volta (di mia figlia), film con il quale l’attore non solo diventa protagonista assoluto, ma esordisce anche nella regia. La storia vede un padre preoccupato perché la figlia 15enne sarebbe a un passo dal perdere la verginità: per evitare l’evento, organizza una cena con un’amica ginecologa e il marito per cercare di parlare con la figlia. Ma la situazione, complicata dall’aggiungersi di una psicologa poco tradizionale, sfuggirà presto di mano.
Interpretato dallo stesso Rossi insieme ad Anna Foglietta, Stefano Fresi, Fabrizia Sacchi e all’esordiente Benedetta Gargari, La prima volta di mia figlia è il tentativo, secondo le parole di Rossi, di “riconciliare i padri con i figli” soprattutto quando con l’adolescenza i problemi diventano più difficili da risolvere. Un film d’impianto teatrale, tra consapevolezza e perbenismo, che cerca di sdoganare al cinema l’immagine di Rossi che forse però, per modi e tempi – simili a un Verdone in minore – è più adatta ai palchi teatrali o televisivi.

EMANUELE RAUCO

Commenti

commenti

Tags:, , , , ,

Favicon scritto da Emanuele Rauco il 13.03.2015 alle 17:14