in questo momento su RadioCinema:

  • Traccia

  • Autore

  • Film

App iPhone | Podcast | Radiofrequenze

Il grinta

I fratelli Coen omaggiano John Wayne e il western classico

18/02/11 – I generi del cinema sono sempre stati il pane per i fratelli Coen, Joel ed Ethan, ma il western forse più di tutti, dalle ambientazioni desertiche di Arizona Junior alla sua versione contemporanea con Non è un paese per vecchi: a chiudere il cerchio ci pensa il loro nuovo film (che ha aperto il festival di Berlino), remake del classico omonimo che diede l’unico premio Oscar a John Wayne.

Mattie Ross è una ragazzina di 14 anni che, dopo la morte del padre, va in città a cercare giustizia: l’unico che può dargliela è lo sceriffo Cogburn, un ubriacone derelitto che accetta per denaro di scovare il fuggitivo Tom Chaney. Tratto – oltre che dallo script del ’69 – dal romanzo di Charles Portis (recentemente rieditato), il film scritto come sempre degli stessi Coen è un western classico che non rilegge o smonta il genere come da sempre fanno i fratelli, ma cerca di restituirne il senso e le atmosfere.

Già dai temi si vede l’affetto più che il manierismo (o formalismo) dell’operazione: il film infatti si muove su un doppio binario, quello della formazione della giovane Mattie che scopre la morte, la frontiera americana, la violenza e lo squallore della vita, e l’espiazione – con conseguente riabilitazione – di Rooster, uomo di legge che è diventato uomo di denaro e alcool, messo in contrasto all’integerrimo ma freddo ranger LaBoeuf. Ragazzina e sceriffo saranno necessari l’una all’altro e anche agli stessi Coen che attraverso di loro cercano di scovare l’essenza del western, soprattutto attraverso le personalità e l’epicità ostica degli scenari: ne viene fuori un film acuto e intelligente, che pare girare un po’ a vuoto, ma che decolla quando – a un terzo dalla fine – tira fuori l’orgoglio dei personaggi. L’adattamento segue fedele tanto il romanzo quanto l’originale di Hathaway, ma soprattutto fa notare il metodo registico con cui scrivono i fratelli: basti notare i due scontri visti da lontano, la bellissima cavalcata notturna o l’uso della fotografia di Roger Deakins e delle scene di Jess Gonchor. Ma a dare alta dignità al film ci pensa la prova della giovane Hailee Steinfeld, che ruba la scena al semi-caricaturale Jeff Bridges e chiude il conto delle 10 candidature che l’Academy ha assegnato al bel film dei due grandi fratelli.

EMANUELE RAUCO



Titolo originale: True Grit
Produzione: USA 2010
Regia: Ethan Coen, Joel Coen
Cast: Jeff Bridges, Matt Damon, Josh Brolin, Hailee Steinfeld, Barry Pepper
Durata: 110′
Genere: western
Distribuzione: Universal Pictures
Data di uscita: 18 febbraio 2011

Articoli correlati:

SCHEDA FILM
Berlino: True Grit – Il reportage della nostra inviata a Berlino 61

Il grinta, trailer:

Commenti

commenti