#Venezia78: Mainetti e i suoi freak

Intervista a Gabriele Mainetti a cura di Giovanna Barreca

Nel 1943, a Roma, Matilde (Aurora Giovinazzo), Cencio (Pietro Castellitto), Fulvio (Claudio Santamaria), Mario (Giancarlo Martini) e Israel (Giorgio Tirabassi) si esibiscono al circo mettendo in mostra i loro personali super poteri che spesso sono più condanne che veri e propri doni. Vista la situazione politica, decidono di fuggire in America ma Israel viene catturato dai nazisti e caricato su un carro diretto verso il lagher. Gli amici inizieranno una vera e propria battaglia per salvare l’amico e fuggire dalla star del circo tedesco che vede il futuro.

Freak out di Gabriele Mainetti, in concorso alla 78 esima Mostra d’arte cinematografica di Venezia è molto atteso, una sfida produttiva per un film italiano che investe cifre davvero importanti negli effetti speciali. Il pregio di Gabriele Mainetti è quello di non perdere il suo stile e il suo modo pieno di ironia di raccontare i suoi personaggi. Qui con un occhio speciale al tema della diversità.

Amerete non solo i protagonisti ma anche la banda dei partigiani.

Il film sarà al cinema dal 28 ottobre.

giovanna barreca